You are on page 1of 38

Signature Not Verified

Esonet

Digitally signed by Esonet DN: cn=Esonet, o=http://www.esonet.org, c=IT Date: 2001.11.13 01:26:21 +01'00' Location: Esonet

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org

Introduzione alla Psicologia esoterica


Di Athos A. Altomonte Introdurremo quest'argomento, ch' parte integrante dell'Insegnamento del Maestro D.K. e K.H, dividendolo in 3 parti. Una prima sugli Elementi di Psicologia esoterica, cui seguir una breve esposizione sulla Scienza dei Raggi, per finire con l'enunciazione delle principali Leggi universali. Senza questa introduzione ai termini dell'argomento sarebbe poi impossibile sviluppare un qualsiasi approfondimento in merito. L'introduzione sar s di carattere esplicativo ma, soprattutto, andr considerato come un lavoro di carattere indicativo, ovvero, sar un primo momento in cui si cercher di orizzontarsi tra le leggi che determinano le diverse qualit energetiche che formano i piani mentali, dando loro un nome, e definendone in linea di massima le principali caratteristiche. Solo in seguito, afferrati i concetti di base, potremo proseguire con approfondimenti mirati dalle intenzioni di chi scrive e dalle domande di chi segue l'argomento. Una volta costituito un ombrello adeguato d'informazioni scenderemo nei particolari individuali. A quel punto incontreremo tra l'altro, la Psicosintesi di Assagioli. R. Assagioli stato Discepolo del Maestro D.K.

Parte Prima: Elementi di Psicologia esoterica.


La Psicologia esoterica la scienza che studia la "parola" dell'Anima. L'Anima proietta un -Raggio- d'energia qualificata nella propria materia, causandovi quell'effetto chiamato - mente individuale -. Raggio il termine convenzionale usato per indicare un tipo particolare d'energia cosmica in cui risalta la qualit che caratterizzer in maniera pi o meno marcata, la forma mentale fisica che ne sorger. La caratterizzazione di una mente individuale pi o meno rispondente alla purezza del Raggio, dipende dalla rispondenza pi o meno marcata di quella mente alle qualit del Raggio. Ad una mente maggiormente evoluta corrisponder un temperamento personale pi assonante alla perfezione d'un Raggio. Al contrario di quanto avverr per una mente grossolana che trasformer l'impulso di quel Raggio in un temperamento personale volgare e di pessima qualit. Val bene fare un esempio. Nell'uomo evoluto l'aspetto volont sar espresso come volont di bene, volont di realizzare positivamente degli ideali comuni; ma nell'uomo comune la volont diventa violenza ed aggressivit, atta a soddisfare le passioni ed i desideri personali o ad affermare il proprio egocentrismo. I Raggi sono 7 e sono la parte pi qualificata del Settenario cosmico ed ognuno di essi si differenzia dagli altri perch emette un proprio suono. Il suono dei Raggi, silenzioso per l'uomo fisico, mette in moto le forze naturali materiali, super-eteriche ed eteriche, 1

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org elettriche e nucleari che devono operare all'unisono con loro. Quindi la Psicologia esoterica lo studio delle forze naturali, le Leggi, e delle forze cosmiche, le strutture nucleari. Lo psicologo esoterico, che non ha nulla a che vedere con coloro che vivendo sogni astrali e misterici abusano ampiamente di questo titolo, si muove nei mondi di quelle forze dette Archetipi. Gli Archetipi sono mondi di qualit energetiche che hanno il compito di esprimersi riflettendo s stessi attraverso il mondo di quelle apparenze fenomeniche dette - Forme - materiali ed energetiche dense. I sette Raggi sono 7 Archetipi di forza che incarnano le sette qualit del Divino manifesto. A sua volta il Divino manifesto detto "Causa prima" o "Archetipo Uno". Ricordiamo che mentre l'esistenza Divina manifesta, e dimostra il proprio Desiderio di manifestarsi proprio attraverso la propria creazione, l'essenza Divina immanifesta ed inconoscibile. Priva di un qualunque Nome, l'essenza Divina detta dai saggi: "Colui del quale nulla si pu dire". E tanto basta ad ogni uomo "ragionevole". La Divinit si manifesta ed conoscibile attraverso il manufatto della propria creativit, l'universo (fisico e metafisico), per il Moto e l'Attivit Intelligente con cui prosegue l'Opera di materializzarsi nell'universo con tutte le sue forme fisiche ed energetiche. Il Moto il terzo Aspetto della Trinit cosmica, detta il Grande Costruttore oppure il Grande Architetto dell'Universo. Questi 7 Archetipi sono sette qualit energetiche che hanno un settuplice effetto su ogni forma planetaria ed extra-planetaria. Sono anche la settemplice correlazione che unisce ognuna di loro. I sette Raggi sono conosciuti exotericamente come: 1 Raggio: 2 Raggio: 3 Raggio: 4 Raggio: 5 Raggio: 6 Raggio: 7 Raggio: Aspetto della Volont e del Potere; Aspetto dell'Amore e della Saggezza; Aspetto del Moto e Attivit intelligente; Aspetto dell'Armonia raggiunta attraverso il conflitto. Equilibrio e Giustizia universale. Bellezza ed arte; Aspetto della Conoscenza concreta attraverso le esperienza di vita (Karma e Dharma). La Scienza, l'Albero del Bene e del Male; Aspetto Devozionale e dellIdealismo astratto; Aspetto dellOrdine Cerimoniale e del Rituale

Il 1 Raggio attualmente non in manifestazione, se non attraverso l'azione di rari Discepoli di 2a o 3a Iniziazione, che operano la - Restaurazione - delle verit iniziatiche velate nei cosiddetti "Antichi Misteri". Sono manifesti invece il 2, il 3, il 5 ed il 7 Raggio; mentre il 4 giunger in manifestazione nell'anno 2025. 2

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org Come stato gi accennato, gli Archetipi emanano 7 qualit energetiche dette Raggi che, attraverso lo Spirito, l'Anima e la Mente, s'immedesimano nella materia dell'uomo, raggiungendone la personalit, dove si esprimono attraverso i - 7 temperamenti - che la caratterizzano. I 7 temperamenti umani sono un argomento importante per riconoscere e capire s stessi, ma per ora non ci soffermeremo a descriverli perch ne daremo un'esposizione dettagliata in un lavoro a s stante. Sul piano dell'esistenza fisica (il mondo fenomenico) la materia ad essere il veicolo di manifestazione dell'Anima, mentre sul suo piano, il piano animico, l'Anima il veicolo di manifestazione dello Spirito (la Monade). Corpo fisico, Corpo animico e Corpo spirituale sono le tre Triadi di una Trinit maggiore, che sintetizza la Vita cosmica della Divinit che li pervade tutti. Nonostante le apparenze, possiamo affermare che non esiste differenza sostanziale tra le forme dense del mondo materiale e quelle sottili del mondo metafisico. Esiste una sola sostanza energetica presente in natura a vari gradi di densit e di attivit vibratoria, sospinta da un proposito che le d impulso ed esprime l'intento divino. L'intento divino pu essere percepito attraverso il moto della manifestazione ed evidente che il suo scopo quello di materializzare S stesso e ad ogni livello d'intensit creativa. Per questo detto che la volont divina " ovunque ed in ogni luogo"; l'intento divino la struttura stessa d'ogni forma, dalla pi sottile a quella pi densa e materiale. L'intento divino l'Anima dell'universo e d'ogni particella della sua manifestazione. La materia senza intento divino sarebbe il caos pi deflagrante e sarebbe la fine della manifestazione. Tutte le anime sono parte di una medesima "Superanima" universale e solo dopo la 3a Iniziazione (per 3a Iniziazione sintende l'espansione della coscienza fisica ordinaria sino a che essa s'integri con le energie-pensiero che caratterizzano l'Anima) si entra in contatto con il Raggio monadico. Quest'ultimo diventa percettibile a tutta la triplicit dell'uomo, ovvero: Uomo spirituale = Monade; Uomo pensiero puro = Anima; Uomo sentimento o emozione = Fisico, quando il Raggio individuale dell'Anima assume il dominio su tutti i centri energetici dell'uomo fisico e psichico. Questo evento definito: la Trasfigurazione. La Trasfigurazione corrisponde alla 3a Iniziazione, ed il momento di maggior elevazione nella vita fisica dell'uomo. Solo quando non pi ingannato dall'apparenza delle forme e si liberato dal velo dell'illusione d'una esistenza esclusivamente fisica, l'uomo pu giungere a conoscere alcune qualit della Coscienza divina, ch'egli contiene in s e che gli si rivelano. Questa rivelazione interiore trasfigura gli elementi pi densi dell'uomo fisico iniziandolo ai mondi sottili del 5 Regno di Natura, i cosiddetti piani spirituali. Sono tre gli elementi principali che concorrono alla Trasfigurazione: 1) prima l'uomo fisico scopre di essere una mente e poi di essere un anima. Usando dei termini simbolici, la costituzione dell'Anima il prodotto dell'unione del - Padre celeste (la Monade, lo Spirito divino individuale) con la - Madre terrena - (la Mater Materia o 3

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org Natura fisica). L'Anima l'autocoscienza e la qualit dell'essenza iperfisica, unit di luce e d'energia, colorata da una particolare vibrazione di Raggio. L'Anima allora il riflesso fisico del Figlio del Padre che lo Spirito monadico o Monade. La Monade ovvero l'Uomo spirituale il Figlio di Dio, fatto a sua immagine e somiglianza, non l'uomo fisico ch' Figlio dell'Uomo e della Madre materia, forma e apparenza. Vita, qualit e apparenza, rappresentano allora lo Spirito, l'Anima ed il Corpo materiale; e i tre costituiscono l'essenza e l'esistenza dell'uomo nella sua interezza fisica e metafisica. Adesso useremo il simbolo - O - per indicare i vari livelli di coscienza dell'uomo. Il primo O identifica la sua apparenza materiale, il secondo O la sua qualit animica ed il terzo O la sua vita spirituale. Le tre entit separate O - O - O sono il segno dell'uomo non evoluto; l'unione di apparenza e qualit ma non ancora di quella spirituale OO - O sono il segno del Discepolo avanzato; la fusione di apparenza, qualit e vita - OOO - sono il segno dell'Iniziato e della Gerarchia. Tutte e tre le sfere di spirito, anima e corpo, sono poste a formare un triangolo che sta ad indicare la Grande Triade, e questa, rappresentata simbolicamente racchiusa entro un cerchio maggiore che rappresenta l'universo manifesto: O O O il Simbolo dei tre mondi dell'uomo. Giunto all'apice della propria la personalit, l'uomo riconosce la qualit di vita della propria anima e giunge a comprendere il proposito per il quale apparso nel mondo fenomenico (il mondo delle forme materiali). L'Anima controlla il suo strumento, la Personalit, mediante i Cicli le Cadenze ed il Ritmo. Il Ritmo, con i suoi intervalli, ci che designa nel 7 Raggio un Rituale dell'Ordine Cerimoniale (ad es. i cicli delle 4 stagioni e tutto ci che vi avviene nei 4 Regni di Natura: minerale, vegetale, animale ed umano fanno parte di un Ordine Cerimoniale, il Gran Cerimoniale di Natura. Un altro Cerimoniale e quello Sistemico e regola la vita ed il progresso dell'intero sistema solare). 2) L'uomo ha potenzialmente in s, tutti e 7 i Raggi. Questi, ancora solo pa rzialmente attivi, si esprimono nel fisico e nella psiche attraverso lo sviluppo progressivo di 7 gangli energetici conosciuti comunemente col termine di sanscrito di Chakra. Con lo sviluppo ed il dominio di questi Centri energetici, l'uomo apprende via via ad usare ogni Raggio e di conseguenza riesce anche a dominare ogni aspetto ch'esso esprime ad ogni livello materiale e mentale. Oltre l'uomo questo Settenario di qualit energetiche, caratterizza anche tutte le forme d'ogni Regno della Natura, quindi l'insieme dei Sette Raggi compongono un Identit intelligente, che ancora non nominiamo, che contiene la totalit delle "rivelazioni del proposito divino" nei 5 Regni di Natura. 3) L'uomo sul Sentiero dell'Iniziazione procede ciclo fisico dopo ciclo fisico, ovvero vita materiale dopo vita materiale, verso il riconoscimento del proprio settenario interiore: prima entra in contatto, evolvendoli, con i 4 Raggi detti - sussidiari - (i 4 Chakra della natura inferiore) che sono il 4; il 5; il 6 ed il 7. Dopodich entra in contatto, evolvendoli, 4

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org con i 3 Raggi di sintesi (i 3 Chakra della natura superiore) che sono nell'ordine: il 3 (l'attivit dell'intelligenza superiore); il 2 (la saggezza del pensiero animico; il pensiero animico di natura magnetica, perci, essendo visto dall'esterno come un elemento attrattivo, ricord ai devozionali l'abbraccio d'una madre, e allora lo chiamarono simbolicamente - amore -) ed il 1 (l'atto di volont e il potere di sintesi dell'Iniziato). Naturalmente ci avviene al compimento di quel tratto di progresso individuale che sfocia nella 3a Iniziazione. L'integrazione tra Anima e Personalit fa dell'uomo sino allora focalizzato nellesistenza materiale un Uomo "reintegrato" nel 5 regno di Natura, il piano spirituale, ovvero un Uomo rigenerato (la 3a Iniziazione un atto di rinascita, questa volta nel mondo sottile dello spirito). A questo punto l'Iniziato coglie il senso (la luce) d'una Unit finora nemmeno percepita, che gli si rivela come la presenza di un Dio interiore che molti Mistici scambiarono per Dio stesso. In realt quell'Unit spirituale e divina la Monade, l'intento Divino che vive in ognuno di noi. Dalla coscienza di S come "Angelo risorto", l'Iniziato giunge alla consapevolezza del reciproco rapporto esistente fra le Sette Potenze fondamentali del "nostro" universo, e da questo punto egli procede verso la realizzazione della Triplice Divinit ch'egli - Riflette - in S. Alla 5a Iniziazione l'Uomo spirituale si trova coscientemente unito con l'intento divino che sostiene ogni espressione della manifestazione universale, riflettendo l'identit del Grande Costruttore dell'Universo. Il cammino dell'uomo, dal momento in cui entra nel Regno umano e fino a quando ne esce alla 3a Iniziazione, per vivere libero nel 5 Regno di Natura o Regno Spirituale, sintetizzato da tre termini: 1) Individualizzazione psichica (costituzione della mente superiore). Questo il processo con cui si attua progressivamente prima il contatto e poi la fusione dell'Anima con la forma mentis della Personalit. Ci non avviene "sviluppando le caratteristiche della Personalit", (anzi forse pi vero il contrario), ma attraverso situazioni di crisi dette - espansioni di coscienza -. Queste si susseguono per una focalizzazione sempre maggiore sul piano mentale dell'Anima. Il piano inferiore dell'Anima che pu venire in contatto coi piani superiori della Personalit detto Ego o S superiore. La fusione o l'integrazione tra Ego e Personalit, permette all'Anima di esprimersi attraverso i vari veicoli della propria forma (fisico, eterico, astrale e mentale inf.) attraverso un nuovo modulo mentale detto prima - Intelligenza creativa - e poi Ragion pura -. 2) Iniziazione (processo di adombramento del veicolo mentale inferiore da parte di quello superiore detto Anima).

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org Questo il processo per cui un Anima completate le proprie esperienze nella vita formale e acquista la maestria nella conduzione dei propri veicoli pi densi in manifestazione fisica si riconduce alla - fonte della propria vita - : la Monade spirituale. Prima che ci avvenga l'uomo passa per 5 fasi d'identificazione e di dominio dette "Iniziazioni" e la durata del processo, in cicli di manifestazioni fisiche (incarnazioni), condizionato dalla determinazione e dalla disciplina con cui l'io personale, cio la personalit individuale, si applica a seguire l'esperienza dell'Anima. Come ad un uomo occorrer del tempo e dell'esperienza prima di poter dominare la propria imbarcazione superando cos ogni tipo di difficolt, sino a diventare un provetto skipper (un timoniere), cos la Tradizione ci suggerisce un termine di massima di 777 cicli di manifestazione fisiche (incarnazioni) affinch l'Anima possa dominare definitivamente le sue controparti dense e materiali. Ma come stato detto, quest o termine influenzato notevolmente dalla buona predisposizione o dall'ottusit dell'io inferiore a seguire gli impulsi dell'Anima, che gli giungono come stimolo o voce interiore dall'Ego superiore. Le cinque fasi maggiori del progresso individuale corrispondono in egual misura alle cinque fasi dello sviluppo dell'umanit che assimila in s i 5 Regni di Natura raffigurati nell'interpretazione esoterica del simbolo del - Pentalfa 3) Identificazione e Crisi (riconoscimento di un Modello didentificazione d'ordine superiore). Identificare s stessi ed i 5 stadi che compongono la propria natura nella sua globalit, il cammino "terrestre" dell'uomo (gli appassionati di ufologia dovrebbero riflettere molto su questa affermazione ed interpretarla correttamente) che porta al completo sviluppo della sua mente. Dall'impulso animale sino alla Ragion pura. In questo cammino l'aspirante (1a Iniziazione), il Discepolo (2a Iniziazione) e l'Iniziato (sino alla 3a Iniziazione), si identificano con Modelli psichici dalle qualit via via sempre pi elevate. Queste identificazione, aprendo la mente, fanno insorgere quelle crisi (d'identit) dette espansione di coscienza. impossibile quantificare lungo il percorso individuale il numero delle espansioni di coscienza. Quindi impossibile determinare sia la quantit che la densit delle crisi minori che si affrontano individualmente. Sono indeterminabili, e ci dipende dalla diversa sensibilit individuale. Ma le crisi maggiori sono 5, e si ricollegano alle specializzazioni di coscienza maturate dalle cinque Razze madri dell'umanit. Anche se in totale, le Razze ed i livelli di coscienza che vi si matureranno saranno infine 7, sette quanti sono i Raggi da maturare nella coscienza dell'umanit. Queste 5 crisi maggiori vanno considerate come i Cicli ritmici del Rituale personale dell'uomo (il 7 Raggio) e, come stato detto, per risolvere una crisi possono occorrere pi vite d'intenso lavoro, compiendo errori e correggendoli poi con dolorose esperienze.

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org La prima crisi avviene durante l'appropriazione dell'involucro fisico, la forma animale; la seconda durante l'adolescenza, quando l'Ego sup. s'incontra con le pulsioni del veicolo astrale e cerca di dominarne i sogni e le passioni; la terza appare tra il 21 ed il 25 anno d'et d'una vita indeterminata, quando l'Ego sup. tenta di adombrare la mente dell'ego inferiore (la personalit). Quando l'ego inferiore smette di autocelebrarsi e non resta pi sordo alla - voce interiore - dell'Ego (il S dell'Anima) e ne segue i "suggerimenti", l'uomo pu entrare sul Sentiero iniziatico e comincia ad affrontare le -Prove-, superate le quali, egli sar riconosciuto per un Membro effettivo ( e non pi un aspirante) della Grande Fratellanza Bianca. Ma prima, superate le prove iniziali, il Discepolo, ormai libero dai vincoli degli impulsi della natura inferiore o animale, riesce infine ad esprimere davvero il proprio Libero Arbitrio e, se questo lo condurr verso la Gerarchia spirituale, egli diverr prima un Discepolo accettato - (dalla Gerarchia ), ovvero un iniziato minore, e poi un Iniziato. Quello che segue non interessa ancora questo livello di divulgazione. Entrare sul Sentiero iniziatico tecnicamente significa accelerare, anche in modo considerevole, le operazioni legate al progresso individuale, e questa accelerazione dipende dall'impegno che l'uomo "investe" nella propria crescita interiore. Se la personalit risponde intensamente all'appello interiore integrandosi con il pensiero animico e, pur vivendoli, distaccandosi progressivamente dai fenomeni materiali, compaiono allora le ultime due crisi di crescita. Si incorre nella quarta crisi tra il 35 ed il 42 anno, momento in cui, in una certa vita, sui piani superiori della mente si stabilisce il contatto cosciente con l'Anima, mentre la quinta appare tra il 50 ed il 63 anno, per la completa integrazione, che avviene attraverso la mente superiore (illuminata), tra l'anima e tutti i suoi veicoli. In ogni opera occulta ci si occupa di energia, di unit di energia, dell'energia incorporata nelle forme, o del flusso di correnti energetiche negli spazi apparentemente vuoti. Questa energia acquista potenza nel mondo materiale incarnandosi per mezzo delle -Parole - d'un Iniziato o seguendo le correnti di pensiero emanate da Gruppi di Discepoli (la meditazione creativa). Nella regione del pensiero avviene la separazione fra bianco e nero. Nessuno pu essere un mago nero se la propria volont ed il proprio pensiero non agiscono all'unisono verso quella direzione. Cio nessuno pu fare il proprio ingresso nel lato oscuro del male, il cosiddetto Sentiero della mano sinistra e Magia nera, finch il proposito mentale e l'opera creativa della mente non sia decisamente focalizzata nella volont del proprio degrado. Il grado di disciplina a cui deve sottomettersi il Discepolo stabilito dalle Leggi naturali e cosmiche. Regole di vita a cui sottomessa anche l'Anima. Ma il progresso del Discepolo avviene anche per una accresciuta capacit intellettuale, e ci pu ottenersi accrescendo le proprie capacit nel campo della conoscenza. Ma ci deve avvenire globalmente e non settorialmente specializzandosi a comprendere un solo argomento dimenticandosi di tutto 7

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org il resto. L'uomo saggio si "specializza" al Senso della vita, attraversando la conoscenza in ogni sua forma, unendo cos la filosofia alla scienza, all'arte ed alla comparazione delle religioni. Ricordando sempre che la conoscenza di ostacolo al progresso individuale, sinch attraverso l'amore e la generosit verso il prossimo, non la si tramuti in saggezza. Perch l'uomo che si identifica con le apparenze, con le forme; con la propria apparenza o con quelle altrui, sar sempre soggetto alla grande eresia della separazione rimanendo cos "impigliato" nelle maglie dell'egotismo, la Grande Illusione dell'ego inferiore. Ma anche il tema della Grande Illusione sar trattato in modo particolare. Attraverso la saggezza e la comprensione, che si tramuta dapprima in tolleranza e poi in amore, l'uomo trasforma il concetto individualista di "io e gli altri", in quello universale di - noi e noi tutti -. Questo nuovo campo d'osservazione apre i cancelli della separativit animale rendendoci liberi e Membri coscienti della vita planetaria. L'energia cosmica differenziatasi nel mondo fenomenico (non solo il nostro pianeta o sistema solare fenomenico, l'intero universo fisico parte del mondo fenomenico) in un Ternario energetico maggiore detto dai Mistici Trimurti o Trinit Questo Ternario, variando la propria densit, riesce a creare ogni tipo di forma. Le forme d'ogni tipo di densit, manifestano nell'insieme l'intento ed il desiderio creativo del Grande Costruttore. Ma se desiderio illusione e la creazione desiderio di comparire o di far comparire, sin dove arriva la Grande Illusione? Il mondo delle apparenze riceve energia e risponde vibrando al mondo delle qualit e dei valori degli Archetipi. Ma anche il mondo degli Archetipi d'ogni forma a sua volta riceve la propria energia dal mondo del Proposito e del Volere divino cui risponde vibrando. Volendo considerare queste vibrazioni come qualit solari ecco che avremo: il fuoco solare dinamico detto Volont (1 Raggio); il fuoco solare magnetico detto Amore (2 Raggio) ed il moto che risulta dalla loro coniugazione che si manifesta come fuoco solare per attrito, ed quest'ultimo che d corpo al mondo delle forme create (3 Raggio).

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org

La Scienza dei Raggi.


I brani dell'Insegnamento iniziatico dedicati alla "Scienza dei Raggi" ed all'esposizione delle "Leggi" naturali e cosmiche, acquisiranno maggior valore sino a diventare uno strumento indispensabile di consultazione, con l'approfondimento degli studi esoterici nel loro complesso e per capire l'Opera dei Maestri della Gerarchia che agiscono ognuno su uno di questi 7 canali energetici. ****** I 7 Raggi sono considerati dall'antica Tradizione iniziatica come sette Entit cosmiche attraverso la cui consapevolezza, adattabilit, ed attivit intelligente, si sta attuando il Piano Divino. Queste 7 Entit cosmiche si esprimono attraverso sette strumenti fisici che sono sette Logoi planetari. Per questo motivo i 7 Logoi planetari sono detti "sacri" o "santi". I 7 Raggi incarnano il Proposito e la Volont Divina, esprimono le qualit energetiche richieste per materializzarlo, e creano le forme mediante le quali l'Idea Divina pu compiersi. Tramite i 7 Raggi l'Aspetto vita o Spirito fluisce ciclicamente attraverso tutti i Regni di Natura determinando tutti gli stati di coscienza in ogni campo di consapevolezza. La manifestazione di ogni essere umano si muove nell'onda dell'impulso di uno dei Raggi, ed caratterizzato da quelle qualit che ne determinano l'aspetto forma. Il Raggio la via da seguire e, quando giunge alla 3a Iniziazione, gli consente di percepire il proposito del suo Raggio e di cooperarvi. Dopo la 3a Iniziazione, l'uomo, ormai cosciente della propria essenza sottile, comincia a percepire il proposito sintetico a cui cooperano tutti i Raggi. L'Anima umana una sintesi di energia materiale qualificata dalla coscienza intelligente di un Raggio pi l'energia spirituale anch'essa qualificata da uno dei sette Raggi. Anche ognuno degli altri piani: fisico, eterico, astrale e mentale, sono caratterizzati dall'energia di un Raggio che non non necessariamente eguale. Anche ciascun Regno di Natura reagisce all'energia di una specifica Vita di Raggio. Tutta la materia pulsa, risuona ed ha un colore. Ogni essere umano fatto per emettere un suono specifico emettendo il quale si accende un colore. La combinazione delle due vibrazioni indica una certa frequenza che sua caratteristica: ciascuno di noi appartiene ad un Raggio; quindi predomina in lui un certo colore ed emette un certo suono. L'uomo, tra i suoi veicoli materiali, ha il Corpo eterico che attrae e tiene uniti i diversi elementi di natura che compongono il corpo fisico. Questi elementi sono tratti dai Regni minerale, vegetale ed animale: la struttura dello scheletro proviene dal mondo minerale; i liquidi, il sistema linfatico e sanguigno dal mondo vegetale e gli organi del corpo fisico da quello animale; infine i gas che si formano con l'attivit d'ognuna di quelle strutture. 9

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org Il Corpo eterico composto da un intessuto di fili energetici; tali fili di energia si focalizzano in sette centri energetici o Chakra, attraverso i quali l'Anima governa la propria manifestazione sul piano fisico. Oltre a questo c' da aggiungere che i sette sensi: udito, tatto, vista, gusto, odorato, intelletto ed intuizione, sono il corrispondente fisico dei sette Raggi. Ogni Raggio e correlato all'emissione di un certo suono ed all'emanazione di un certo colore. Secondo l'Insegnamento tradizionale ognuno dei 7 Raggi ha creato un proprio corpo d'espressione e da questi sono nati i sette pianeti cosiddetti "sacri" che manifestano fisicamente la loro attivit in tutto il sistema solare. Oltre il Sole i pianeti sono: Giove, Saturno, Mercurio, Venere, Marte e la Luna. Il pianeta Terra, come altri, non ha ancora raggiunto la sacralizzazione. Sta operando per raggiungerla sotto l'influsso di Venere; il pianeta della Mente. I 7 Raggi si dividono in 3 Raggi di sintesi o maggiori: il 1, 2 e 3; e quattro d'attributo o minori: il 4, 5, 6 e 7. I 4 Regni di Natura incarnano ciascuno uno dei quattro Raggi L'Umanit appartiene al 4 Regno di Natura ed incarna il 5 Il mondo Animale appartiene al 3 Regno di Natura ed incarna il 6 Il mondo Vegetale appartiene al 2 Regno di Natura ed incarna il 4 Il mondo Minerale appartiene al 1 Regno di Natura ed incarna il 7 Raggio. minori: Raggio; Raggio; Raggio;

I 3 Raggi di Sintesi.
I tre grandi Raggi di sintesi (1, 2 e 3 Raggio) costituiscono il complesso della manifestazione Divina. Questi 3 Raggi maggiori sono, nella loro totalit, la Divinit manifesta, la Parola incarnata, l'espressione del Proposito creativo e la Sintesi di vita in qualit e apparenza. Sono attivi in ogni forma ed in ogni Regno, e determinano le ampie caratteristiche generali che governano l'energia, la qualit di tutti e 5 i Regni di Natura, anche di quello spirituale, il 5, che sottost all'azione di Volont e Potere. Attraverso i Raggi vengono in essere le forme differenziate, si esprimono le vite specializzate, ed i diversi agenti divini compiono la loro opera nel piano d'esistenza loro assegnato. Lungo queste tre correnti di forza di vita qualificata i mezzi creativi di Dio si fanno sentire potentemente. L'interazione di questi Raggi determina l'apparenza fenomenica esteriore.

1 Raggio: Volont e Potere.

10

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org un Raggio di tale intensit dinamica (elettrificazione dinamica) che viene detto il Raggio Distruttore. La chiave per capire il 1 Raggio si trova nel radio. La sua potenza massima si riscontra nel Regno minerale. In questo Raggio s'incarna a l'Idea dinamica di Dio. L'opera di ci che in Occidente chiamato Principio Cristico quella di costruire le forme per l'espressione della qualit Divina della vita. E questa la caratteristica del 2 Aspetto della Divinit. Mentre l'opera del 1 Aspetto della Divinit quella di distruggere le forme. Tuttavia l'opera del Distruttore non negativa, come pensa l'umanit ignorante, che commette un grande errore. Il suo lavoro liberatorio, procede verso la "metamorfosi" e la "trasmutazione" d'ogni forma ed energia. l'interludio al -Rinnovamento- ch' altrettanto benefico che costruire le forme, ed solo l'odio che l'uomo ha per la morte della propria forma animale con cui s'identifica, che gli fa considerare l'opera del Distruttore come negletta, avversa all'amore di Dio ed alla volont del suo Piano Divino. Sia l'opera degli uomini Costruttori quanto quella dei Distruttori stimolata dall'alto dei Piani spirituali e di solito si compie all'unisono. I simboli di questi due modi diversi di operare sono la spada per il Distruttore, mentre la croce lo del Costruttore. Riferendo altre caratteristiche del 1 Raggio diremo che la sua Parola Potere e che la sua luce elettrica tanto che la folgore ne il simbolo (vedi le saette che Giove tiene nella mano come segno del suo Potere). Operano su questo Raggio il Maestro M. ed il M. D.K. Questo Raggio non ancora in piena espressione tranne quando pone termine ai cicli fisici. Il proposito del 1 Raggio quello di liberare le energie permettendo, con la metamorfosi, il loro progresso. Ci reso possibile col terminare ciclicamente le forme materiali che le imprigionano. Questo il senso della morte fisica. Inoltre questo Raggio agisce sul 4 Regno di Natura, quello Umano, perch anche il Raggio del "Cammino iniziatico" in ogni suo Ordine e Grado (vedi Massoneria Bianca). Astrologicamente il suo pianeta il Sole ed il suo giorno la domenica. Le qualit che cadono sotto il 1 Raggio sono: la chiaravisione; il potere dinamico; il senso del tempo; la solitudine; il distacco e l'unicit di proposito. Il Piano di questo Raggio quello della Divinit. Sul piano umano la sua espressione superiore la scienza del governo e, in occidente, l'Opera esoterica della Massoneria; mentre quella inferiore la diplomazia e la politica. Il senso correlato il tatto. Il colore esoterico il rosso, mentre quello exoterico l'arancio. Il Centro corrispondente la testa. Le virt caratteristiche dell'uomo di 1 Raggio sono la forza, il coraggio, la fermezza, la sincerit, l'assenza di paura, la capacit di governare, le ampie vedute e la gestione di uomini e mezzi. I suoi possibili difetti sono l'orgoglio, l'ambizione, la caparbiet, l'arroganza, la durezza di sentimento, il desiderio di supremazia, l'ostinazione e l'ira. Le virt da acquisire sono la tenerezza, l'umilt, la simpatia, la tolleranza e la pazienza. 11

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org

2 Raggio: Amore-Saggezza. particolarmente attivo nel Regno vegetale nel quale produce l'attivit magnetica dei fiori. Il suo mistero racchiuso nel significato del loro profumo perch, com e i fiori, anche il desiderio si esprime con l'attrazione e con la facolt di attirare a s (elettrificazione magnetica) ci ch' l'oggetto del proprio desiderio o ci che si ritiene indispensabile. Il 2 Raggio essenzialmente amore (Legge di attrazione magnetica); la forza di coesione ed il principio di coesione magnetica a cui sottost ogni opera creativa che produce l'emergere alla luce della manifestazione di forme e d'apparenze per mezzo delle quali possibile soddisfare il desiderio amorevole. Il 2 Raggio il Raggio della Divinit stessa ed caratterizzato dagli Aspetti particolari di desiderio o amore. Si occupa delle prime formulazioni del piano, secondo il quale la Forma dovr essere costruita (l'intenzione Divina) e l'Idea materializzata (il progetto Divino); in tal modo nascono Disegni dalla precisione matematica e, nella loro unit strutturale, dalla perfezione geometrica. Sorge cos il termine di Grande Architetto dell'Universo che rende possibile l'Opera dei Grandi Costruttori (i 7 Raggi sono i Grandi Costruttori). Come scrisse Giovanni, il Tempio sar eretto sulla base di cifre e forme, numeri e sequenze, comprendendo ed esprimendo cos la gloria del Signore. Il 2 Raggio quello dei Maestri di Compassione, d'Amore e di Saggezza: i G randi Istruttori dell'Umanit come il Maitreya, il Buddha ed il Cristo. Operano su questo Raggio il Maestro I. coadiuvato dai MM. K.H. e D.K.; l'Avatar incarnato attualmente in questo Raggio Sai Baba. Astrologicamente il suo pianeta Giove ed il suo giorno il gioved. Il 2 Raggio l'attuale raggio dominate dell'intero sistema solare, ivi incluso il nostro pianeta. Quindi la sua attuale influenza determinante nell'evoluzione dell'umanit Le qualit che sottostanno al 2 Raggio sono: l'amore Divino; la radianza; l'attrazione; il potere di salvare; la saggezza; l'espansione e l'inclusivit. Il suo Piano quello della Monade. Sul piano umano la sua espressione superiore il processo d'Iniziazione, mentre l'espressione inferiore sono le religioni nazionali. Il senso correlato l'intuizione. Il suo colore esoterico l'azzurro mentre quello exoterico l'indaco ed il viola. Il Centro corrispondente quello cardiaco.

12

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org Le virt caratteristiche dell'uomo di 2 Raggio sono la calma, la forza d'animo, la pazienza e la sopportazione; l'amore del vero, la fedelt, l'intuizione, la chiara intelligenza e la serenit. I suoi possibili difetti sono l'eccessiva importanza data allo studio teorico; la freddezza; l'indifferenza verso il prossimo; il disprezzo per le limitazioni mentali altrui. Le virt da acquisire sarebbero l'amore; la compassione e l'altruismo.

3 Raggio: Attivit intelligente e Adattabilit. Il 3 Raggio costituisce l'aggregato delle forze attive costruttrici (elettrificazione per diffusione). il Grande Architetto con i Suoi Costruttori, che organizza il materiale, inizia il lavoro, e con il procedere del ciclo evolutivo materializza l'idea ed il proposito Divino, sotto la guida del 2 Raggio (il Principio Cristico). Opera su questo Raggio il Maestro V. Umanamente il Raggio del pensatore astratto e del filosofo eccellente. Il 3 Raggio ebbe un ciclo lunghissimo di attivit nel sistema solare retto da Saturno, e con un effetto diretto sulla 5a Razza, cio quella ariana, la cui Divinit materiale e saturnina Yawh (Geova). Questo Raggio connesso in modo particolare al Regno animale e produce la tendenza all'attivit intelligente che notiamo negli animali superiori. I Costruttori che agiscono sotto questo Raggio (gli Elohim biblici) produssero l'individualizzazione dell'animale-uomo facendolo uscire e dall'incoscienza del branco animale a cui era soggetto (la permanenza nello stato d'insensibilit e d'incoscienza dello stato animale letta oggi come un tempo di felicit "paradisiaca" in terra). Per l'uomo e la donna fu la fine della pacifica irresponsabilit animale e l'inizio della responsabilit individuale. L'inizio del cammino terrestre che li porter con dolore e fatica prima all'autocoscienza esistenziale fisica, poi all'autocoscienza psichica ed infine a quella spirituale. In questa chiave andrebbe letta la - cosiddetta - "cacciata dal paradiso terrestre" citata nella Genesi. Quando Adamo ed Eva, simbolo della novella Razza ariana che, come narra la Genesi, dalla consistenza eterica furono "vestiti di "pelle animale", ovvero fu dato loro un corpo fisico con cui iniziare il cammino evolutivo sulla Terra. Nelle mie conversazioni uso sempre l'esempio della "cacciata" dell'uccellino dal nido familiare in cui sempre vissuto, nutrito e protetto dagli adulti (che per l'uomo furono gli Elohim ). Ma viene il momento per "ogni piccolo" di crescere ed imparare a volare. Questa potrebbe essere una buona allegoria, soprattutto per il suo senso educativo positivo, per capire la cosiddetta "cacciata" dell'uomo da parte di Chronos-Saturno, Yawh, il Reggente del 3 Raggio che in seguito altri devozionali in occidente chiamarono lo Spirito Santo. 13

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org Astrologicamente il suo pianeta Saturno (Yawh appunto) e il suo giorno il sabato (e Sabbaht il giorno che gli ebrei dedicano al loro Dio). Le qualit che sottostanno al 3 Raggio sono il potere di manifestare; il potere di evolvere; l'illuminazione mentale; il potere di sintetizzare sul piano fisico l'indagine scientifica e la capacit di giustizia e d'equilibrio. Il suo Piano quello dello Spirito. Sul piano umano la sua espressione superiore l'uso della comunicazione e dei suoi mezzi, usata per ripristinare i Principi del Diritto umano e del Principio Divino. L'espressione inferiore uso e la diffusione del denaro, la politica del potere economico e finanziario. Opera su questo Raggio il Maestro I ed il Maestro R. Il senso correlato quello della vista. Il colore esoterico il verde e quello exoterico il nero. Il Centro corrispondente quello della gola. Le virt caratteristiche dell'uomo di 3 Raggio sono l'ampiezza di vedute, la capacit d'astrazione, la sincerit di proposito, il chiaro intelletto, la capacit di concentrazione; la pazienza; la cautela ed al contempo l'assenza di preoccupazione. I suoi possibili difetti sono l'orgoglio intellettuale; la freddezza nei sentimenti; la tendenza all'isolamento; la disattenzione ai dettagli; la tendenza ad assentarsi col pensiero; l'ostinazione; l'egoismo ed il criticismo. Le virt da acquisire sarebbero la simpatia; la tolleranza; la devozione ad un ideale astratto; l'accuratezza ed il buon senso. I 3 Raggi maggiori agiscono sul processo creativo, mentre l'opera dei 4 Raggi minori, quella d'elaborare e differenziare le qualit della vita. I 3 Raggi maggiori producono l'apparenza, conferiscono la qualit e mediante il Principio di vita, che l'aspetto sottostante all'Unit Divina, garantiscono continuit di crescita fino a quando il volere di Divino si sia affermato come Potere, ed abbia attratto a s tutto ci che desidera, abbia utilizzato l'esperienza di una armonia gradualmente crescente, ed applicato con intelligenza il frutto dell'esperienza per produrre forme pi sensibili, pi armoniche, e che meglio si adattino ad esprimere le qualit della vita Divina. Il colore di sintesi dei 3 Raggi maggiori l'indaco e ciascuno di questi Raggi duale nel tempo e nello spazio. Nella loro dualit temporanea, in ognuno di essi si pu scorgere l'azione reciproca che chiamiamo la Legge di Causa - Effetto. Il 1 Raggio l'Aspetto Volont che, applicato dinamicamente, si manifesta come Potere; il 2 Raggio l'Aspetto Amore operante in modo magnetico che si manifesta come Saggezza; il 3 Raggio l'Aspetto Intelligenza ch'esiste in potenza in ogni sostanza e che causa la loro attivit. Si pu scorgere l'effetto della loro interazione nell'attivit dei quattro Raggi minori detti sussidiari o d'attributo. 14

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org

15

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org

I 4 Raggi minori, sussidiari o d'attributo.


4 Raggio: il raggiungimento dell'Armonia superando i Conflitti. La Giustizia e l'Equilibrio, l'Armonia, la Bellezza e l'Arte. Questo Raggio incarna in s il Principio di Armonia (elettrificazione per armonia), quindi, il 4 Raggio conferisce ad ogni forma ci che produce bellezza dall'armonia. Quest o Principio opera attivamente per armonizzare tutti gli effetti emananti dal mondo delle cause, gli Archetipi costituiti dall'influenza dei 3 Raggi maggiori. L'Armonia comunque raggiunta solo dopo aver superato ogni conflitto che appare al contatto - della volont creativa ed intelligente con il caos della materia (energia) primordiale. Per semplificare il concetto, immaginate la resistenza che per sua natura, un blocco di creta oppone alle mani dell'artista, che vuole plasmarvi una forma armonica formulata dal suo pensiero creativo ed intelligente; dal sorgere da quelle mani d'una forma preziosamente aggraziata avrete allora un'idea del principio armonia che sorge attraverso il conflitto con l'ottusa densit del mondo materiale. Questo Raggio entrer completamente in manifestazione dal 2025. Il Raggio di Bellezza ed Armonia induce l'organizzazione nella forma. pi il Raggio dell'esattezza geometrica che quello dell'artista. Essenzialmente affina ed induce alla ricerca della perfezione in ogni tipo di forma, soprattutto quelle del pensiero. Questo il Raggio che usa l'energia Divina per erigere nella Natura il Tempio celeste che ne conterr la Luce. Il 4 anche il Raggio del colore. Opera su questo Raggio il Maestro S. Astrologicamente il suo pianeta Mercurio ed il suo giorno mercoled. Le qualit che sottostanno al 4 Raggio sono la discesa nella materia; il duplice aspetto del desiderio; il potere di rivelare il Sentiero; il potere di esprimere la Divinit; la Crescita; l'armonia delle sfere e la sintesi della vera bellezza. Il suo Piano quello dell'Intuizione. Sul piano umano la sua espressione superiore l'Opera exoterica della Massoneria, ovvero la ricerca della Giustizia e della Morale. La sua espressione inferiore sono le costruzioni architettoniche. Il senso correlato l'odorato. Il colore esoterico il giallo mentre quello exoterico il crema. Il Centro corrispondente quello alla base della spina dorsale. Le virt caratteristiche dell'uomo di 4 Raggio sono gli affetti tenaci; la simpatia; il coraggio fisico; la generosit e la devozione; l'agilit di intelletto e l'agilit di percezione, la raffinatezza nei gusti e l'eleganza dei modi, la ricerca del bello. 16

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org I possibile difetti sono l'egocentrismo; l'apprensione; la trascuratezza; la mancanza di coraggio morale; le passioni violente; l'indolenza e la stravaganza. Le virt da acquisire sarebbero la serenit; la fiducia in s stessi; l'autocontrollo; la purezza d'intenti; l'altruismo; l'esattezza; l'equilibrio mentale e morale. 5 Raggio: Conoscenza concreta e Scienza. Il 5 Raggio ha determinato ci che noi chiamiamo scienza (elettrificazione per cristallizzazione). Il vero scienziato, ovvero colui che non sia asservito agli interessi di poteri negativi, essendo una personalit coordinata ed operando quindi su livelli mentali pi elevati, pi vicino all'Ego dell'uomo comune, quindi, la sua azione pi unificante di altre. Per spiegare meglio il concetto prenderemo a paragone l'uomo religioso. Questi soprattutto astrale ed emotivo (il 6 Raggio nella sua interpretazione meno evoluta), perci, al contrario dello scienziato, l'uomo religioso agisce in modo separativo e talvolta settario (io sono il vero credente, tu no). Infatti, mentre gli scienziati tendono ad unificare i propri attributi scientifici, facendo diventare cos la scienza un principio sempre pi universale, gli uomini con tendenze religiose ma astrali (praticamente tutti) tendono a diversificare le proprie interpretazioni di fede sull'Unit Divina, facendo delle loro fedi, un prodotto separativo di cultura popolare e d'ideologia nazionale, che solitamente conducono in conflitto le diverse parti in causa. Le religioni nazionali sottostanno allora ad un attributo ideologico che tende, o alla separativit, fingendo tolleranza ma pi spesso indifferenza, o se possibile a prevalere immotivatamente sulle altre (egotismo religioso). Questi atteggiamenti non si riconducono al principio d'unificazione, n tantomeno a quello dell'universalit, perci quelle religioni sono giustamente definite "exoteriche". Questo Raggio iniziaticamente indicato come il Raggio "Rivelatore della Via". Scendendo, questa Via conduce nel mondo della materia ed a comprendere le ragioni, invisibili ma vere, dei cicli della morte e dell'incarnazione, mentre salendo, conduce dalle tenebre sino alla pura luce del Giorno Divino. Il Maestro H. opera su questo Raggio. Astrologicamente il suo pianeta Venere ed il suo giorno il venerd. Le qualit che sottostanno al 5 Raggio sono la capacit di penetrare ogni forma; il potere di far udire la Voce del Silenzio; l'attivit iniziatrice; di rivelare della via; la purificazione col fuoco (animico o spirituale); manifestare la grande Luce bianca. Il suo Piano quello mentale. Nel mondo dell'uomo la sua espressione superiore la psicologia esoterica, mentre l'espressione inferiore scienza materialista, la teoria e la speculazione della ragione inferiore.

17

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org Il senso correlato l'intelletto inferiore (l'intelletto superiore il pensiero dell'Anima). Il colore esoterico l'indaco mentre quello exoterico il giallo. Il Centro corrispondente quello al centro della fronte. Le virt caratteristiche dell'uomo di 5 Raggio sono la precisione nelle affermazioni; la perseveranza; il buon senso; la rettitudine; l'indipendenza; la perspicacia intellettuale. I possibili difetti sono il criticismo spietato; la ristrettezza mentale; l'arroganza; la difficolt a perdonare; l'assenza di simpatia e di riservatezza; il pregiudizio. Le virt da acquisire sarebbero la riverenza; la devozione; la simpatia; l'amore o la tenerezza nei sentimenti, ed una mentalit aperta. 6 Raggio: Devozione e Idealismo. Questo Raggio non pi in manifestazione da pi di 200 anni ma non sono ancora tramontati i suoi effetti pi indesiderabili che, in assenza dell'influenza del 5 Raggio, hanno fatto sorgere per lunghissimo tempo l'esasperata conflittualit dei nazionalismi, delle fedi, delle culture e delle ideologie popolari. Una "devozione priva d'intelligenza" ha segnato il periodo pi oscuro dell'umanit (l'Era Volgare), ma i suoi frutti non sono ancora del tutto marciti e sembrano essere ancora appetibili a molte organizzazioni umane tra le pi settarie ed egocentriche (come gli eserciti e molte chiese exoteriche ad es. ) Il 6 Raggio incarna il principio di riconoscimento della realt ideale (forme fluide elettrificate) ed questo il Raggio dove Opera il Maestro Ges. Ma in principio della realt ideale (l'Archetipo) finisce per sottostare alla forma imperfetta che dovrebbe esprimerla. Nonostante l'imperfezione della forma che vorrebbe esprimere l'ideale, l'evento, l'azione, lo scritto o la parola, la mente inferiore dell'uomo il fattore che determina la massima imperfezione. Per questa ragione l'ultima manifestazione del 6 Raggio stata assai imperfetta e per alcune situazione addirittura indesiderabile. La poca evoluzione delle menti che avrebbero dovuto manifestarne gli Ideali, che non hanno colto solo parzialmente, traducendoli poi in fatti densi d'assolutismo egocentrico. La storia dell'infinito genocidio perpetrato dai nazionalismi politico-religiosi occidentali, il pi recente e migliore esempio della peggiore utilizzazione ch' stata fatta del 6 Raggio. Ma l'errore, anche tragico, l'inevitabile scotto del progresso umano. Giungere ad affermare un ideale implica l'applicazione concentrata di desiderio ed intelligenza, cos da esprimere efficacemente l'idea concepita attraverso una forma percettibile, udibile, tangibile o visibile. Si deve dunque al 6 Raggio la formulazione di gran parte delle idee che hanno stimolato sinora l'umanit. Inoltre durante le manifestazioni cicliche di questo Raggio che avviene sempre con maggiore efficacia, la distinzione fra apparenza e qualit, opera che si svolge tutta sul piano astrale. Astrologicamente il suo pianeta Marte ed il suo giorno marted. Le qualit che sottostanno al 6 Raggio sono il potere di uccidere il desiderio; il rifiuto sdegnoso di 18

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org quanto non voluto; l'autoimmolazione o l'autosacrificio (per troppo spesso fuori luogo); la sopportazione e l'ardimento emotivo; la capacit di distacco; il dominio sulle acque della natura astrale. Il suo Piano quello astrale. Nel mondo dell'uomo la sua espressione superiore sono la differenziazione degli ideali sino a saperne riconoscere la matrice, comune a tutta l'umanit. La sua espressione inferiore sono la devozione ad "un proprio ideale" o ad una "persona fisica", che vede come Leader Massimo del proprio culto (il culto della personalit e l'idolatria sono il sintomo d'una devozione involuta); ma anche aderire ad associazioni organizzate come istituzioni politiche, eserciti, chiese e religioni exoteriche. Tutti esempi d'un idealismo involuto, e refrattario al Principio d'universalit. Il senso correlato quello del gusto. Il colore esoterico il rosa argentato, mentre quello exoterico il rosso. Il Centro corrispondente il plesso solare. Le virt caratteristiche dell'uomo di 6 Raggio sono la devozione e la fedelt allo scopo prefissatosi; la sensibilit amorevole e la tenerezza; l'ispirazione; la lealt e la riverenza. I possibili difetti sono l'amore egoistico, geloso e violento; l'eccessivo assegnamento sugli altri; la parzialit; l'autoinganno; il settarismo e l'integralismo; la superstizione; il pregiudizio e il preconcetto; le conclusioni affrettate; la collera e furia aggressiva. Le virt da acquisire sarebbero la capacit d'astrarsi da proprio astralismo (sogni e illusioni); raggiungere la purezza e l'universalit dell'Ideale super parte; la forza e il sacrificio di s, ma solo se giustificato dai fatti; la purezza; la sincerit; la tolleranza; la serenit interiore; l'equilibrio ed il buon senso; l'amore altruistico. 7 Raggio: Ordine Cerimoniale e Rituale. Il 7 Raggio svolge la sua opera principalmente sui piani eterici dell'energia fisica (forme fisiche elettrificate). la vera Opera Magica in Bianco. Quando il 4 ed il 7 Raggio s'incarneranno assieme, si avr un periodo particolare di Rivelazione e d'Illuminazione. In occidente sar il grande momento della Massoneria, intesa in senso spirituale. La Parola Perduta ch'essa vela nei suoi Misteri sar ridata e sar pronunciata acciocch tutti la odano; ed il Maestro apparir e camminer fra i suoi costruttori nella piena luce della gloria che irradia da Oriente; tutti i cancelli si spalancheranno e la coscienza umana risponder a tutte le manifestazioni divine ( vedi quanto sar detto sull'Opera del Maestro R. e sulla Massoneria Bianca del III Millennio). Per effetto del 7 Raggio la fratellanza dei Liberi Muratori, iniziati massoni ma non ancora "Iniziati", entrer in una nuova Era iniziatica dalla spiccata attivit spirituale. Comincer allora ad approssimarsi alla sua vera funzione, ed al compimento del destino da lungo tempo previsto per i Maestri Costruttori e gli Iniziati dell'Umanit Verranno dimostrati la Potenza e l'efficacia dell'Opera Cerimoniale che per ora si svolge in Loggia solo simbolicamente. Si capir che il vero senso del Lavoro iniziatico e dell'uso delle Parole di Potere velato nella regolarit "ritmica" dei Rituali e nella ciclicit motoria e sonora (vortici e precipitazioni energetiche) sacralizzata dal Cerimoniale (sto usando volutamente un linguaggio chiaro solo ad alcuni Adepti, ma queste indicazioni 19

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org dovrebbero stimolare l'intuito di molti non-addetti ai lavori, che potrebbero trarre da questa parole, una qualche conclusione per loro di una certa importanza). La prossima Era di Lavoro e di Potere di Gruppo, di attivit Cerimoniale sintetica ed organizzata ritualmente agir profondamente sui massoni, e via via che l'importanza di una figura centrale e dominante scomparir insieme all'influenza di 6 Raggio, la vera Opera sottile della Massoneria sul mondo delle forme astrali sar finalmente rivelata. L'Opera massonica simbolizza l'Ordine Rituale dell'Universo. L'Opera di spiritualizzare le forme pu essere considerata l'attivit principale del 7 Raggio e quest'attivit non relativa al solo ambito iniziatico, ma il processo di allineamento, di coordinazione, d'integrazione, di fusione e d'amalgama tra diversi livelli della realt interiore dell'uomo, attivo sui livelli eterici anche ogni volta che una parte d'un Anima si incarna (la sola coscienza fisica) ed un bimbo nasce sulla terra. Il 7 Raggio nasconde il segreto del colore e del suono fisici ma anche il Raggio della Legge, con le sue Cadenze, i suoi Cicli e i suoi Ritmi. il Raggio del Cerimoniale quindi dell'Iniziatore e del Gran Sacerdote. L'uomo evoluto di questo Raggio ha i suoi rapporti pi intensi con i Fratelli del 2 e del 5 Raggio. Astrologicamente il suo pianeta la Luna e il suo giorno il luned. Le qualit che sottostanno al 7 Raggio sono la facolt di creare; la facolt di cooperare; la facolt di pensare; la rivelazione della bellezza di Dio; il potere mentale; il potere vivificante. Il suo Piano quello fisico. Nel mondo dell'uomo l'espressione superiore la Magia Bianca. Ma la Magia Bianca a cui si fa riferimento nel 7 Raggio non associabile a nessun tipo di concezione magica o di magismo di qualsiasi natura o corrente anche la pi misterica; assolutamente sconosciuta perch in uso da Membri della Fratellanza Bianca dalla 3a Iniziazione in su, profanamente quindi assolutamente ingiudicabile. La sua espressione inferiore lo spiritualismo dei fenomeni teurgici (vedi il significato di Teurgia ordinaria e di Teurgia spirituale). Il senso correlato l'udito. Il colore esoterico il viola, mentre quello exoterico il bianco. Il Centro corrispondente il centro sacrale. Le virt caratteristiche dell'uomo di 7 Raggio sono la forza d'anima e la perseveranza; il coraggio; la cortesia; la grande accuratezza nei particolari; il senso del ritmo ed il senso del tempo; la fiducia in se stesso. I possibili difetti sono il formalismo e conformismo; il bigottismo; l'orgoglio; la ristrettezza mentale e la superficialit di giudizio; l'eccessiva presunzione e la troppa indulgenza verso se stesso. Le virt d'acquisire sarebbero la realizzazione dell'unit; l'ampiezza di vedute; la tolleranza; l'umilt; la gentilezza e l'amore altruistico. ****** A determinare la struttura mentale dell'uomo sono l'influenza del Raggio egoico e del Raggio della Personalit. Questi agiscono sulla sua coscienza materiale, penetrando nel suo meccanismo formale attraverso le unit di energia di cui, questo, composto. Altri influssi che operano su di lui sono i Fattori cosmici, i Fattori solari o astrologici ed i Fattori 20

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org ambientali. Inoltre, per ogni individuo umano devono essere presi in considerazione i seguenti Raggi: 1) il Raggio del Sist ema solare (il precedente stato di 3 Raggio, l'attuale di 2 Raggio ed il prossimo sar di 1 Raggio) 2) il Raggio del Logos planetario (quello del pianeta Terra di 3 Raggio); 3) il Raggio del Regno Umano (4 Raggio per l'Ego e 5 per la Personalit); 4) il Raggio della Razza d'appartenenza (per la Razza ariana il 3 assieme al 5 Raggio); 5) i Raggi che si manifestano durante i diversi Cicli; 6) il Raggio della Nazione (il popolo italiano di 4 e di 6 Raggio) 7) il Raggio dell'Anima o Raggio egoico. Il Raggio egoico, o Raggio dell'Anima, nei piani sottostanti agisce sulla mente fisica e sul corpo rendendoli sempre pi sensibili ed efficienti. Con il progresso individuale il Raggio egoico prevale su quello della Personalit che agisce "solo" sul Corpo astrale. Dopo la 3a Iniziazione gli Ego di 4, 5, 6 e 7 Raggio, si fonderanno con uno dei tre Raggi maggiori a cui appartiene la Monade. 8) il Raggio della Personalit. Le malattie psicosomatiche insorgono nel corpo e nella mente dell'uomo quando la Personalit si pone in posizione conflittuale, autonomista e centralista, nei confronti del Raggio egoico. 9) il Raggio della mente, ch' governato dal 1, 4 o 5 Raggio; 10) Raggio del Corpo emotivo (astrale) ch' governato dal 2 o dal 6 Raggio; 11) Raggio del Corpo fisico ch' governato dal 3 o dal 7 Raggio. In ogni Ciclo (Era) i Raggi predominano di cinque in cinque (Legge dei Cicli). Tutti i Raggi manifestano la loro influenza ma solo cinque sono preminenti. Il 1 ed il 2 Raggio sono principalmente la meta dello sforzo umano, mentre il 3 Raggio la meta dell'evoluzione angelica (Angelo in oriente chiamato Deva, mentre un Arcangelo un Deva Costruttore). La scomparsa di un Raggio comporta " l'estinzione definitiva di una forma particolare". Va ricordato che non solo quelle concrete sono forme; anche le forme-pensiero e le forme d'espressione vanno annoverate tra le forme che appaino e scompaiono ciclicamente. Un moto artistico o architettonico, una corrente di pensiero, un certo modo d'osservare il mondo, un credo ideologico, una fede o una cultura, sono tutte forme soggette alla Legge Ciclica ed all'influenza dei Raggi che intervengono sulla mente cosciente dell'uomo colorandone l'emotivit e di conseguenza influenzando ogni forma ch'egli produce col suo

21

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org pensiero. Questo sino alla "maggiore et" ovvero sino alla completa individualizzazione autocosciente dell'uomo nel vero S. I Raggi 1, 4 e 5 determinano nell'uomo il corpo mentale, il 2 ed il 6 il suo corpo astrale, ed il 3 e 7 il corpo fisico. I Raggi 1, 3 e 7 sono connessi alla forma. Influenzano l'evoluzione delle forme concrete e della materia e della forma dal livello pi basso a quello pi elevato (ogni Piano, come ad es. l'eterico-fisico, l'astrale, il mentale ecc. composto da 7 livelli di "densit"). Mentre il 2, 4 e 6 sono connessi con la vita (interiore) che si espande nelle forme. Sono i Raggi del movente, dell'aspirazione e del sacrificio, esprimono la qualit e agiscono sull'espressione spirituale che si sviluppa nella forma. Il 5 Raggio un punto centrale nel conseguimento, da parte dell'Ego, dei piani inferiori della mente. Diventa la dimora dell'Ego una volta ch'egli si sia incarnato nel piano mentale fisico. In quel momento il 5 Raggio diventa il punto di congiunzione con la Personalit integrata, ed il riflesso nei tre mondi della Monade. Il 5 Raggio sviluppa l'intuitivit ed l'anello di congiunzione tra l'intelletto inf. e quello sup. L'intelletto sup. l'accesso alla visione intuitiva. La visione intuitiva una forma di telepatia verticale. I Raggi che hanno corrispondenze tra loro sono: 3 e 5 \ 2 e 6 \ 1 e 7; l'unico che non ha corrispondenze con altri Raggi il 4. Ad eccezione di casi come quello di una Grande Guida spirituale, non esiste un umano che esprima con purezza la qualit d' un Raggio. Questo perch nessuno ha ancora raggiunto una forma fisica e una struttura mentale cos evoluta da poter esprimere la perfetta intensit d'una qualit di Raggio. Un Raggio conferisce particolari condizioni fisiche, determina una qualit della natura emotiva, caratterizza una dote particolare del corpo mentale ed infine, governa il Chakra attraverso cui la sua energia viene distribuita nei diversi piani dell'uomo. Dunque ogni Raggio governa un Chakra e questi, via via che si attiva reagendo allo sviluppo della coscienza umana, arricchisce l'uomo con la sua energia. Come stato gi accennato i Raggi, sono Entit cosmiche che si manifestano ciclicamente. Per rendere pi chiara l'affermazione ecco alcuni esempi di cicli di manifestazione: a) un ciclo solare, come l'attuale in cui predomina il 2 Raggio che rende tutti gli altri a lui sussidiari; b) un ciclo planetario in cui ogni Raggio, Entit cosmica Intelligente, s'incarna in una Razza il cui popolo creder ch'esso sia il loro Dio rivelatoglisi (vedi l'Entit che operavano attraverso Saturno per gli ebrei e attraverso Giove per i greci. Che furono le loro divinit fisiche. Anche il Cristo una Entit cosmica, apparsa nell'Era dei Pesci riapparir nell'Era dell'Acquario); c) i cicli connessi ai segni dello Zodiaco ed i cicli di attivit determinati dai loro simboli numerici. Lo Zodiaco di 12 mesi un'illusione, perch in esso si "vedono" passare i segni, da lontano, ma non li si "transita" fisicamente; quindi questo Zodiaco "stagionale" solo virtuale e la sua trattazione solo accademica. I segni dello Zodiaco sono la suddivisione simbolica dei cicli di una piccola ronda di 25.000 anni c\a e di una grande ronda della durata di 250.000 in cui si "attraversano" i dodici segni che entrano cos in manifestazione ogni 2.100 anni c\a (per fare un esempio: nei primi anni del 22

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org 1970 siamo entrati nel segno dell'Acquario dove resteremo per pi di 2.000 anni, e questi 2000 e passa anni costituiscono l'Era dell'Acquario. Questo quanto. Dov' allora l'influenza "stagionale" degli altri segni se non nell'immaginario popolare ? ) d) i cicli di entrata ed uscita dalla manifestazione (comparsa e scomparsa di un Universo). detto simbolicamente che l'Umanit il Gran Tesoriere di Dio. Questo il Real Segreto della Massoneria ch' svelato ai suoi rari Iniziati. Ci si limiter a darne una succinta indicazione sotto forma allegorica: nel Regno Umano fioriscono assieme le 3 qualit Divine. Nell'uomo Dio Padre ha celato il segreto Nell'uomo Dio Figlio ha nascosto i tesori della saggezza Nell'uomo Dio Spirito Santo ha istillato il mistero della manifestazione. della vita; e dell'amore;

L'Uomo del 5 Regno (dalla 3a Iniziazione ed oltre) riveler nella sua interezza la Natura della Divinit e della vita eterna.

23

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org

Le Leggi Fondamentali
Dopo aver introdotto la Psicologia esoterica e la Scienza dei Raggi, passiamo ad una breve rassegna delle principali Leggi che guidano l'universo interiore del Discepolo. Questa rassegna potrebbe apparire in un primo momento come una noiosa quanto inutile esposizione accademica; non si faccia prendere il giovane studioso dalla tentazione di "passare velocemente oltre". Le Leggi che saranno esposte sono il Fondamento per coloro che aspirano all'Iniziazione, ma non solo, negli argomenti trattati dai Maestri vi si fa sovente riferimento, quindi, esse sono sempre un'importante riferimento e per ora, anche solo leggerne i nomi, porter gi dei vantaggi al giovane studioso. Oltre a formarsi su loro un'idea, se ne potranno concepire le connessioni e poi, il solo riflettere sul loro nome darebbe di gi delle utili informazioni. Le Leggi che governano l'universo sono cos suddivise. Le 3 Leggi Maggiori: 1) la Legge d'Economia; 2) la Legge d'Attrazione; 3) la Legge di Sintesi; Le 7 Leggi Minori che regolano il Sistema solare: 1) la Legge di Vibrazione; 2) la Legge di Coesione; 3) la Legge di Disintegrazione; 4) la Legge di Controllo Magnetico; 5) la Legge di Fissazione; 6) la Legge d'Amore; 7) la Legge di Sacrificio e Morte. Le 7 Leggi Fondamentali dell'Anima. Le 3 Leggi superiori: 1) la Legge di Sacrificio; 2) la Legge d'Impulso Magnetico; 3) la Legge di Servizio. Le 4 Leggi Inferiori: 4) la Legge di Ripulsa; 5) la Legge del Progresso di Gruppo; 6) la Legge di Risposta Espansiva; 7) la Legge del Quattro (Quaternario Inferiore). Il significato occulto di queste Leggi giace - velato - negli alti Gradi massonici del Rito Scozzese Antico ed Accettato.

24

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org

Le 7 Leggi dell'Anima e della Vita di Gruppo.


L'uomo comune tende al separatismo mentre le Leggi che reggono la vita dell'Anima tendono alla coesione ed al progresso di Gruppo. Gruppo che, a seconda della sua estensione, pu poi venire chiamato indifferentemente Gerarchia, Ordine, Comunit, Comunione o Fratellanza. Le 3 Leggi superiori: 1) Legge di Sacrificio; 2) Legge d'Impulso Magnetico; 3) Legge di Servizio. Le 4 Leggi inferiori: 1) 2) 3) 4) Legge di Ripulsa; Legge del Progresso di Gruppo; Legge di Risposta Espansiva; Legge del Quattro (Quaternario) Inferiore. La Legge di Sacrificio: denominazione exoterica: Legge di Sacrificio; denominazione esoterica: Legge di Coloro che scelgono di morire (alla natura animale); simbolo: una croce rosa con un uccello d'oro ( simb. esoterico dei Rosa+Croce); energia di Raggio: effusione d'energia unificante di 4 Raggio (integrazione dei degli opposti attraverso l'Armonia).

La "coesione" di questi 3 impulsi: Legge di Sacrificio, Impulso magnetico e Servizio, raggiunse la sua completa manifestazione durante l'Era dei Pesci (l'Era del Cristo). Questa coesione produsse l'-impulso a dare- ed a questo corrispose il senso del perdono e dell'espiazione. Nell'istante in cui l'uomo si identifica con l'Anima (il suo vero S) e non pi con la forma che lo contiene, il s transitorio che dura solo un ciclo di vita animale (la personalit) comprende il significato di questa Legge; se ne fa spontaneamente governare, e con intento deliberato sceglier di "morire alla forma (alle passioni inferiori della forma), senza dolore, n sofferenza o vera morte". Questa Legge detta la Legge di Salvezza che porta all'abbandono dei profitti effimeri ed illusori. Per il Discepolo la vita diventa una serie di distacchi fino a quando non avr imparato che "non c' n vero sacrificio, n vero dolore nella rinuncia all'effimero". La rinuncia diviene naturale con la discriminazione (il retto giudizio nel dare valori, pesi e misure alle cose del

25

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org mondo fisico). Alla capacit di discriminare, che non il senso di privilegiare una cosa piuttosto che un altra, seguono l'indifferenza ed il distacco dagli eventi e dai concetti futili. Legge d'Impulso Magnetico: denominazione exoterica: Legge d'Impulso Magnetico; denominazione esoterica: Legge d'Unione Polare (tra ogni polarit opposta come + e - ); simbolo: due globi di fuoco ed un triangolo d'energia irradiante; energia di Raggio: 2 Raggio.

Questa Legge governa sui livelli superiori a quello mentale il rapporto, l'azione, lo scambio e l'interpretazione reciproca fra i 7 Gruppi di Anime che esprimono nel mondo formale le 7 qualit di Raggio. Regola anche i rapporti fra le Anime che, pur separate nella manifestazione fisica, restano sempre in comunicazione con loro. Nel Regno dell'Anima la Legge d'Impulso Magnetico l'analogo della legge d'Attrazione nel mondo fenomenico. la Legge che pi influenza la Razza umana. Regola la relazione tra le Anime di un Gruppo e quelle di altri Gruppi che operano su di un diverso Raggio. Legge di Servizio: denominazione exoterica: Legge del Servizio; denominazione esoterica: Legge dell'Acqua (Era dell'Acquario) e dei Pesci (prosecuzione dell'era dei Pesci, il Cristo-Ges); simbolo: un uomo con una brocca d'acqua; energia di Raggio: energia vivificante di 6 Raggio.

Quella del Servizio la - Via - dell'Opera dell'Iniziato per eccellenza. Con la propria attivit di Servizio, l'Iniziato offre le proprie capacit " a Benefizio dell'umanit " ed sempre il Servizio che governa l'Ordine e le giuste relazioni nel Gruppo e tra i Gruppi dove ognuno opera secondo le precise direttive di un Raggio. Ma intraprendere una forma di servizio, autonoma, senza il controllo di un Istruttore, senza aver raggiunto il completo controllo sulla propria natura inferiore (il corpo astrale) l'attivit con cui, e duole dirlo, l'improvvisazione, l'indisciplina e la presunzione (per non dire l'arroganza) di giovani proseliti, creano gravi danni all'Opera dei Maestri. d'uso tra molti proseliti -non ancora accettati-, di straparlare dei Maestri, mostrando cos di "conoscere" i Loro Insegnamenti (?) che sono sempre stati occultati alle masse; di saper interpretare le loro intenzioni, di discettare su parole che per loro sono ancora solo "lettera morta". L'ignoranza di tali individui solo inferiore al diametro delle loro bocche e minore dell'aria che espellono inutilmente per affermare le proprie idee e le opinioni personali su argomenti di cui nulla conoscono. Tali -devoti- danno un'immagine tanto "umanizzata" dei Grandi Iniziati e delle Grandi Guide dell'umanit, da farli apparire come degli uomini pii e devoti. Porre l'accento su di 26

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org una immagine umanizzata dei Maestri, significa ridurli ad un semplice oggetto di culto personale d'innanzi ad occhi che non vedono ed a menti che non capiscono. Se poi costoro, che non conoscono dei Maestri che l'immagine esteriore, vogliono intraprendere una "propria via di servizio", ne inventano sempre una che si accomodi alle proprie esigenze, alle proprie ristrette visioni personali, ma da cui possono comunque ricavare una illusoria gratificazione credendo di fare "qualcosa" d'importante, di spirituale e d'universale. Ci dimostra nettamente come l'astralismo e l'illusione sono due fermenti che schiumano abbondantemente nell'ambito del "volontariato esoterico", insudiciando tante buone intenzioni di aspiranti non ancora - chiamati - alla Soglia del Discepolato. Sappiamo per certo che hanno recato pi danno all'Opera della Gerarchia l'ignoranza e lo stolto devozionalismo di zelanti aspiranti che l'oscura influenza di Potenze opposte. Sappiamo per certo che l'ultima cosa che vorrebbe un Membro della Gerarchia occupato a seguire la realizzazione d'un Progetto dopo averne individuato i giusti tempi, sarebbe quella di trovarsi circondato da una turba acclamante di devoti e di "saltuari collaboratori" (riflettete su questo termine) che cercano d'attirare la sua attenzione tirandolo qua e l. Ecco perch i - Costruttori - si muovono tanto silenziosamente, - accettando - come collaboratori esclusivamente uomini che hanno varcato il - Punto di non ritorno -. Discepoli educati ed intelligenti, che abbiano data ampia prova di discrezione e di capacit nel perseguire l'Ideale del Progetto Comune e non quello di coltivare il culto per la figura del Maestro promotore di quel Progetto. I Maestri vogliono uomini disposti ad educarsi, cosi da mutare in qualit le loro vecchie abitudini. In altre parole servono persone che sono prima disposte a cambiare e poi a servire. La Gerarchia quindi non vuole devoti, ma Discepoli che seguano i loro Insegnamenti. Che vogliano affinare le proprie attitudini al Servizio Comune e non che s'inventino, come accade di solito, una forma di servizio personale e separato, agitandosi senza alcun riferimento, e intraprendendo avventure esoteriche senza avere n arte n parte, promuovendo senza che gli siano richieste, azioni che credono possano essere utili all'Ideale spirituale, ma che in realt vanno sin troppo spesso nella direzione opposta. Allora per collaborare con un Maestro bisogna prima apprendere la Regola del Silenzio e dedicarsi completamente ad imparare ed a capire. Soprattutto imparare a rispettare in ogni occasione (anche parlando con altri aspiranti) l'immagine d'un Maestro che ancora non si conosce; imparare a non divulgare sciocchezze che "possono essere usate contro di Lui" facendolo apparire magari come un fenomeno, un oggetto strano e misterioso, da sottoporre alla curiosit ambigua e spesso malvagia dell'ignoranza profana: "non date le perle ai porci" ha raccomandato uno di Loro. Bisogna imparare soprattutto la - responsabilit - che si ha nei confronti della Gerarchia qualora ci si dovesse affermare suoi affiliati. Se colui che parla "in nome" di un Maestro o del suo Insegnamento non del tutto competente; se i temi ch'egli espone fossero imprecisi o incompleti tanto da non corrispondere pi a verit, mostrando il fianco con un'esposizione indifendibile alle critiche pi materialiste e profane, questo non oscurer 27

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org l'immagine dello stolto aspirante ma verr usato solo per rendere - incredibile l'Insegnamento di quel Maestro, e saranno quelle stupide argomentazioni personali ad essere utilizzate come una "freccia" contro la saggezza della Gerarchia. incredibile come molti "devoti aspiranti" non si accorgano che con quanto dicono, con quanto fanno, giorno dopo giorno della propria esistenza, vanificano nell'ambiente in cui vivono, l'Opera dei Maestri. Non si accorgono che con la loro dabbenaggine contribuiscono quotidianamente a deteriorare l'immagine del Maestro che "amano". Parlando ad es. con persone materialiste ma disposte ad ascoltare argomenti "curiosi", essi forniscono con le loro stupide chiacchiere, ogni ragione per pensare che l'ambito iniziatico sia un'incredibile ammasso di sottocultura, di fantasia e di superstizione; una fandonia infantile inavvicinabile da persone colte e sensate. Questo il danno che provocano ogni giorno della loro vita gli pseudoesoteristi, mossi solo dalle proprie opinioni e della propria ignoranza; e nonostante ci i Maestri non rinfacciano loro nulla, ma li lasciano semplicemente andare al loro destino. Il pensiero vola con la parola, allora l'avventatezza di chi non almeno un iniziato minore pu essere foriera di pericoli per tutta la Comunione iniziatica. Ecco perch la prima fase del Discepolato solo un lungo periodo d'istruzione e di Servizio "rivolto a migliorare s stessi". Una volta raggiunta il controllo della propria emotivit inferiore, esprimendo cos un'autonomia personale, si potr allora rivolgere le proprie "capacit" ad aiutare gli altri. Sapendo per esattamente cosa fare, come farlo e quando farlo. Quando l'uomo opera sotto la Legge del Servizio appaiono in lui le seguenti qualit: l'innocuit; la deliberata astensione da azioni o parole che potrebbero offendere o provocare malintesi; la volont di non nuocere in alcun modo al proprio Gruppo; il nongiudizio, ovvero la disposizione a lasciar liberi gli altri di agire come meglio credono; la critica sostituita da "Silenzio sonoro" (vedremo in seguito la Regola del Silenzio e come il silenzio pu diventare assolutamente dirompente). Il contatto che si ottiene con un Maestro o con un Adepto solo il risultato della qualit e dell'intensit del Servizio prestato all'umanit ed i tre sistemi educativi che saranno divulgati, serviranno per guidare un numero sempre maggiore di aspiranti dall'irreale al reale e, dall'aspirazione alla realizzazione dell'iniziazione. Questi sistemi sono: la Scienza della Meditazione e l'Arte della Visualizzazione; la Scienza di costruzione dell'Antahkarana, cio la costruzione del "Ponte di collegamento" (Ars Pontificia) tra la mente dell'io personale e inferiore e l'Ego superiore; la Scienza del Servizio, ovvero la Tecnica dell'Unificazione. La qualit del Servizio e la capacit di servire indica "un punto ben definito" del progresso ottenuto dal Discepolo sul Sentiero dell'Iniziazione e non possibile servire in modo spontaneo, amorevole e saggio prima di aver raggiunto quel punto. Questa Legge l'influenza che hanno certe energie sul ritmo planetario; energie ed impulsi che s'emanano 28

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org dal segno zodiacale verso cui procediamo. La Legge di Servizio fu espressa nella sua pienezza dal Cristo. Egli fu il precursore dell'Era dell'Acquario dove, dopo la lunga oscurit delle Era Volgare (l'Et del Ferro o Kali Yuga), s'affaccer nell'umanit l'afflato spirituale. Infatti il Cristo disse di essere "l'acqua di vita" e "l'acqua viva" necessaria agli uomini. Questa la definizione esoterica di questa Legge. Simbolicamente la Legge del Servizio raffigurata da un uomo con una giara sul capo. Legge di Ripulsa: denominazione exoterica: Legge di Ripulsa; denominazione esoterica: Legge degli Angeli distruttori; simbolo: un Angelo dalla spada fiammeggiante; energia di Raggio: energia repulsiva di 1 Raggio.

Essa si riferisce alla dispersione o al rigetto degli aspetti della vita formale ed al ripudio del desiderio passionale. S'esprime soltanto attraverso il tratto superiore del Piano mentale, agisce quindi soltanto sul Discepolo avanzato. L'azione di ripulsa il principale requisito per la vera conoscenza di S, perch divide, disperde ma al tempo stesso rivela. Opera per mezzo dell'amore e nell'interesse dell'Unit (l'Intento divino l'Unit). un aspetto di una delle massime leggi cosmiche, ossia la Legge d'Attrazione cosmica (Attrazione-Repulsione sono sempre combinate assieme). Tutto ci ch' attratto, nel tempo verr anche respinto. Questo il senso della Rigenerazione e della ricreazione di ogni forma dell'universo. Questa Legge opera attraverso l'energia delle forme (l'anima di tutte le forme) e non agisce sulla materia che ne subisce l'azione solo per riflesso. L'uomo comprende ed opera con questa Legge solo dopo la 3a Iniziazione. Legge del Progresso di Gruppo denominazione exoterica: Legge del Progresso di Gruppo; denominazione esoterica: Legge di Elevazione simbolo: Una Montagna e una Capra; energia di Raggio: il fattore evolutivo si manifesta attraverso i cicli del 7 Raggio. Spirale evolutiva ritmica.

Quando il Discepolo ha stabilito i giusti ritmi per operare secondo le direttive del proprio Gruppo ed intraprende in modo certo e cosciente le espansioni di s necessarie all'Iniziazione, comincia a fruire allora della "spinta" della Legge che governa il - Progresso - individuale e di Gruppo ed impara a seguirla sia intuitivamente che intellettualmente. Seguendo il corso di questa Legge ci si dispone all'Iniziazione ed importante rendersi conto che ci si predispone da soli all'Iniziazione. Infatti l'obbiettivo di un Gruppo non quello di perfezionare i propri membri individualmente, anche se ci avviene poi per riflesso, ma perch essi apprendano a coesistere, integrandosi e rafforzandosi reciprocamente, sino a formare un'Unit attraverso la quale l'energia della Gerarchia spirituale possa scorrere senza ostacoli sino a raggiungere l'umanit. Questo il Servizio; 29

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org esso non ha n caratteristiche assistenziali n di conforto, ma diretto verso i livelli mentali dell'uomo per accelerare il processo d'affrancamento dai livelli sensuali dell'astralismo di cui egli stesso l'autore. L'astralismo la Grande illusione che imprigiona i sentimenti dell'uomo tenendo cos in ostaggio l'umanit. I preliminari al Lavoro di Gruppo sono: 1) l'Unit di Gruppo nasce dalla Coesione e dalla Comunione d'intenti che sorgono attorno al Progetto Comune (ad es. collaborare attivamente al Servizio della Gerarchia rivolto al Bene dell'umanit); mentre l'Integrazione di Gruppo nasce dalla pratica dell'Amore impersonale rivolto indistintamente verso ogni Fratello o Sorella; 2) la Meditazione di Gruppo; questa focalizzata sui Pensieri-seme suggeriti dal Maestro. Sviluppare di seguito i Pensieri-seme attraverso la - visualizzazione -, significa sviluppare la propria creativit ed affinare l'intuito. Sviluppare la capacit di visualizzare concetti ed idee in modo tridimensionale, accende "l'occhio della mente" ch' un modo simbolico per indicare la "telepatia verticale"; 3) l'Attivit di Gruppo che pu essere sintetizzata in 3 parti: l'Istruzione, il Servizio e l'uso del Rituale. I requisiti per usufruire dei vantaggi della Legge di Elevazione sono la purezza del corpo, il dominio delle emozioni e la stabilit mentale, attitudini queste che dovranno essere praticate quotidianamente. Sia i rapporti tra i componenti dello stesso Gruppo quanto quelli tra componenti di Gruppi diversi saranno basati sui valori egoici degli individui (sulla gerarchia della qualit dei valori) e non sugli attaccamenti o le simpatie personali dei singoli membri. ****** Passiamo ora a riepilogare le prime 5 Leggi che interessa direttamente aspiranti e Discepoli. 1) Legge di Sacrificio \ Unit fisica: amore per le moltitudini \ Cristo il Salvatore \ i Servitori del mondo, coloro che seguono i Salvatori del mondo " morendo deliberatamente ogni giorno al desiderio" \ altruismo. 2) Legge d'Impulso Magnetico \ Unit fisica, eterica o vitale: gli aspiranti \ Religione mondiale \ Ordini ecclesiastici universali \ devozione \ amore per le idee \ Scuole di filosofia \ idealismo. 3) Legge di Servizio \ attivit umanitarie \ simpatia, amore e compassione per l'umanit\ Unit astrale: i Discepoli in prova. 4) Legge di Ripulsa \ lotta contro il male \ amore per il bene \ discriminazione \ Unit mentale: i Discepoli. 5) Legge del Progresso di Gruppo \ i Gruppi collegati alla Gerarchia \ i Gruppi dei Servitori del mondo \ amore per la sintesi \ inclusivit \ Unit dell'Anima: gli Iniziati. 30

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org La Legge di Risposta Espansiva e la Legge del Quattro (Quaternario) Inferiore sono le ultime due Leggi dell'Anima e non sono suscettibili ad un'interpretazione minore; solo l'Iniziato o chi si appresta ad esserlo pu comprenderle ed usarle. ****** Ora visiteremo insieme alcune tra le "Regole" pi importanti che inducono la Luce dell'Anima ad adombrare la personalit e poi ad attivare l'Anima a governare sull'oscurit dei propri domini inferiori. Queste Regole esprimono la qualit Divina e ne rivelano l'Amore. A) La Sintesi. Questa la capacit di concepire e di esprime i concetti sotto forma d'un unica immagine (il simbolo), in forma diretta e senza bisogno d'usare il metodo sinusoidale che abbisogna alla ragione inferiore. Il metodo sinusoidale, in poche parole, una curva energetica (un triangolo di tensione) formato da tre elementi: un ingresso, un apice ed un'uscita. Da una base di disattenzione o d'indifferenza si passa solitamente all'attenzione per un evento o per un quesito, per reagire o rispondere ai quali ci si erge verso un apice di tensione alla ricerca d'una risposta o della risoluzione. Il picco della curva d'attenzione si raggiunge con il ragionato comporsi d'una soluzione che soddisfi la necessit. Nell'uomo comune la prima soluzione quella che conta. Dunque la soluzione di solito approssimativa, non necessariamente n pi efficace n la pi economica in termini di tempo e d'energia. Comunque sia, se la soddisfazione alla necessit raggiunta, la soglia di sforzo e d'attenzione curva immediatamente verso il basso, diminuendo la propria tensione sino a farla scomparire in una conclusione. Questo sino a quando il prossimo evento non richiamer nuovamente l'attenzione della persona, di solito molto tenue, sulla realt ch' posta al di fuori della propria sfera individuale (attenzione verso i propri momenti di vita individuale). La capacit di sintesi non ha nulla a che vedere con la facolt alle formulazioni "riassuntive" o "abbreviate" tipiche dei piani inferiori della mente. La sintesi il primo fattore che rivela nell'uomo la natura Divina perch il primo grande aspetto della mente di Dio la Sintesi. La capacit di sintesi strettamente connessa alla Legge d'Attrazione ed al Principio di Coesione, e nell'uomo l'impulso all'unione ed all'unificazione che dimostra nel suo mondo il Principio di Unit Divina. Il principio d'unificazione si "materializza" nel modo fisico con il raggiungere la complementariet di ogni dualit. La dualit in realt solo la mancanza d'una autocosc ienza "inclusiva". Il credersi "separati" in pi parti (mente su mente gi, corpo questo e corpo quell'altro, questo meglio e quello peggio) solo il frutto d'una visione "schizofrenica" della ragione materiale che dice: qui ci sono "io" ed il resto, non essendoci io a comandare non me. La ragione animale, anche se colta, concepisce illusoriamente se stessa come il centro di vita della "propria" coscienza. Crede che la "coscienza" le appartenga mentre invece questa le perviene dai piani metafisici della manifestazione spirituale. Ma la coscienza fisica non appartiene alla manifestazione materiale, anche se ne lo spazio interiore, ed il centro vitale dell'uomo non la ragione 31

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org fisica ma la coscienza del suo S superiore. La visione egocentrica della personalit, la porta ad abusare dei propri "diritti" usando impropriamente l'energia materializzata dell'Anima: la coscienza. La visione duale e materialistica della personalit le fa credere di "avere" un Anima, mentre lei ad "essere" dell'Anima. Non quindi la personalit a possedere- un'Anima ma l'Anima che -esprime- una personalit. Attraverso infiniti "aggiustamenti" (i cicli di manifestazione materiale), l'Anima riuscir a costituire infine una personalit che sia abbastanza evoluta da potersi integrare con i suoi piani sottili, cos che l'Anima potr "riflettervi Se stessa" e manifestare sin nella materia (la personalit) il Principio spirituale che la governa. Questo Principio spirituale la Monade. B) La facolt della Visione celata. Questa la capacit della visione interiore; la visione concessa a chi ha raggiunto l'apice del cammino terrestre (la 3a Iniziazione) ed entrato nel primo stadio del Sentiero cosmico. Il secondo tratto del Sentiero porta a sviluppare un'armonia ed una comprensione mai sfiorati dalla pi eccelsa intuizione umana. La visione interiore si sviluppa gradualmente nell'istinto superiore (egoico ed animico) che porta all'Intuizione, all'Intelletto superiore ed infine all'Illuminazione della mente fisica da parte della Triade animica. La qualit della visione interiore un'espressione del Principio di Continuit che costituisce la capacit di "rimanere" sotto l'influsso del principio Divino ch' in noi (la Luce dell'Anima). Questo Principio basato su una pi chiara-visione della Divinit e di conseguenza della capacit di concepire la Continuit del Suo Piano e del Suo Proposito. C) L'impulso a Formulare un Piano la capacit dell'Iniziato a lavorare e progettare piani lungimiranti. Questa facolt di "rispondere" ai Piani Divini perch l'Anima "conosce" il Piano di Dio. Questa capacit si esprime concretamente con l'attivit intelligente del 3 Raggio unita alla giusta scelta di "tempo" operata con l'uso del 7 Raggio (cicli-cadenzeritmi). L'Anima individuale aspira a realizzare il compito assegnato a tutte le Anime, che quello di fungere da "intermediario" tra il mondo delle Idee (gli Archetipi), il mondo dell'ideazione e quello delle forme. Per conseguire questa facolt il Discepolo deve essere aiutato a sviluppare la visione d'insieme, abbandonando la visione individuale e quella relativa ad una sola frazione del pensiero fisico (il fenomeno della specializzazione intellettuale); deve contemplare la visione oggettiva e penetrarla sino a raggiungere le qualit essenziali che le infondono il significato. D) L'impulso alla vita creativa. L'impulso alla vita creativa si ottiene con l'uso della immaginazione creativa. Tutto ci che deve essere ancora rivelato gi tutto in noi ed attorno a noi: il significato di tutto ci ch' incarnato in una forma; il senso raggiungibile dietro ogni apparenza; la realt velata dal simbolo e la verit espressa nella sostanza sono tutte parti di realt integrale non stata ancora percepita dalla relativit dell'uomo. La realt dell'uomo psichicamente evoluto il mondo delle Cause, mentre la realt dell'uomo spirituale il mondo degli Archetipi. Gli Archetipi sono la sub-stanzia del Piano Divino e sono gli Archetipi che creano le Cause come queste manifestano a loro volta i propri fenomeni (per dare un punto di riferimento a questo concetto diremo che l'intelligenza 32

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org dell'Ego chiamata: il Corpo Causale dell'uomo). Per giungere alla -rivelazione- del mondo delle Cause, fondamentalmente occorrono due cose: 1: lo sforzo costante e soggettivo teso a creare forme mentali capaci di esprimere una verit percepita intuitivamente e 2: sforzarsi di divenire sensibili al mondo delle Cause e degli Archetipi, di cui tutti i fenomeni, ed anche l'uomo in quanto fenomeno vivente, sono solo il frutto della manifestazione inferiore. Percepire il mondo delle Cause (ad esempio con la telepatia verticale) " il solo mezzo per giungere alla realt" di ogni significato nella sua forma integrale - e non di quella - relativa - al solo fenomeno sensibile alla forma animale. L'Adepto che intuisce le cause che muovono gli effetti nella propria sfera di vita, riesce a riprodurre delle forme pensiero che sono loro assonanti, ovvero, sar in grado di riprodurre nei propri pensieri e nella propria attivit fisica (parola-azione) dei "modelli" armonici che non saranno -conflittuali- con le cause a cui sono collegati. Dei modelli tanto armonici da poter diventare i fedeli riflessi dell'impulso nascosto negli Archetipi, ovvero tanto assonanti da riflettere senza distorsioni l'Onda di Vita che permea la Creazione. Questo sarebbe il Paradiso in terra dei mistici; riflettere sul piano fisico attraverso Se stessi, con il proprio Spirito, l'immagine dell'ArchetipoUno-Dio manifesto. Questo processo inizia con lo sviluppare la propria l'immaginazione creativa, che non va confusa n con l'immaginifico n con la fantasia. L'immaginazione crea nei piani inferiori della mente l'immagine di ci che l'intuito ha percepito (visione-rivelazione) provenire dai piani sottili dell'Ego o dell'Anima stessa. Questo collegamento produce un'assonanza tra l'Idea percepita e l'immagine che se ne riproduce nella mente fisica ed detto precipitazione psichica (dall'alto in basso) o Iniziazione discendente. Gli ermetisti la chiamarono istruzione occulta (rivelata all'orecchio o all'occhio interno dell'uomo); istruzione che veniva dal Maestro Segreto, altrimenti detto Superiore Incognito. Al di fuori della mitologia dei finti iniziati che si propongono come maestri e superiori incogniti, i termini di M. Segreto e di S. Incognito intendono indicare l'Anima come la prima vera Guida spirituale dell'iniziato. L'Ego (il S sup.) la vera "Porta" della Gerarchia. Perci detto che i Maestri non scendono oltre il livello egoico ma che dev'essere il discepolo che, con l'aiuto d'un Istruttore, dovr salire a loro; ma salire fin quando? sino al primo collegamento con l'Ego. Sinch non si giunga a percepire la presenza dell'Anima. Il nome della tecnica d'avvicinamento ai Maestri chiamata il Metodo della Presenza e questo, per le tante differenze di autocoscienza ch'esistono tra Allievo ed Allievo, sar insegnato dall'Istruttore singolarmente. Le fasi d'avvicinamento tra l'io inferiore e l'Ego superiore sono accompagnate da momenti d'intensa sofferenza psichica, che va sopportata e rivissuta pi volte, affinch la mente fisica si abitui alla vibrazione pi intensa che proviene dai livelli sottili (pi veloci) dell'Ego. La mente personale dovr "crescere" elevandosi in frequenza, tanto da poter stabilire con il S superiore un contatto equilibrato e continuo. Sono tre i fattori determinanti nella "crescita" mentale dell'aspirante. Per primo viene la disposizione a sopportare la sofferenza della rivelazione. molto difficile sopportare il "peso" della verit, perci gli uomini hanno preferito "costruirsi" tutto attorno, un mondo di sogni e d'illusione. pi facile non "vedere" cosa non si desidera: ad 33

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org es. come si veramente; o ci che spaventata: ad es. la paura di nascere, la paura di vivere e la paura di morire. Il secondo fattore la capacit di persistere sul piano della rivelazione. La Rivelazione anche la condizione del Discepolo che sta fermo nella Luce dell'Anima. Questa "posizione" mentale espressa dal motto: "e cos nella Luce, saldo io sto". L'Iniziato resta focalizzato sull'immagine della rivelazione trasferendola attraverso l'Arte della Visualizzazione, sulla parte di coscienza immedesimata col cervello fisico - illuminandone - cos la sostanza. L'immaginazione precede dunque la Visualizzazione, e questa facolt di creare immagini psichiche congiunge la mente (l'Aura) al cervello, esprimendo cos anche sul piano della personalit lo splendore svelato dall'Ego. Per sviluppare la propria immaginazione il Discepolo dovr essere educato a perseverare negli esercizi di Meditazione simbolica (uso occulto dei Simboli e dei Mandala) a cui seguiranno nel tempo gli esercizi di visualizzazione. La vera arte creativa una funzione del pensiero dell'anima, pertanto il compito del Discepolo quello d'allinearvisi meditando, e focalizzando la propria l'attenzione non pi solo sui significati esteriore delle forme ma soprattutto sul mondo dei loro significati interiori. E) La Capacit d'Analisi la quinta qualit dell'uomo fisico che fa attivare verso di s l'interesse dell'Anima. Il potere d'analisi la capacit di discriminare, differenziando e distinguendo quanto vero e stabile da ci ch' ciclico, mutevole e transitorio. Il potere d'analisi un attributo psichico d'ordine superiore che per se usa to da una personalit egocentrica ed individualista, stimola nelle sue sensazioni un senso di separazione e di diversit (dualismo). Se invece vi si preserva il senso della sintesi lo si pu manifestare con il giusto uso dell'enfasi. Sul piano fenomenico lanalisi stimola alla comprensione del 5 ' Regno di Natura. F) La Facolt di realizzare. Questa la facolt di coloro che riconoscono le idee nella loro forma sintetica (archetipale e simbolica) e che usano la "loro stessa energia" per realizzarle. Soltanto oggi l'uomo comincia ad intravedere il Potere delle idee. Il Potere d'una Idea archetipa pu essere liberatorio o costrittivo. Se con quel potere si agisce per dissolvere i legami dell'Idea (il pensiero puro) con il mondo delle forme, quella allora un'azione liberatoria (aspetto distruttivo), se invece lo si usa per rinsaldarne i legami realizzando materialmente un progetto (ricordiamo che l'uomo fisico il progetto a cui lavora l'Anima), quella allora un'azione che imprigiona nella forma l'energia dell'Idea (aspetto costruttivo). Il giovane studioso dovrebbe riflettere bene su quest'ultima affermazione che ritroveremo, quando ci troveremo ad affrontare quanto dice l'Insegnamento gerarchico sulla morte. G) La Facolt d'Idealizzare risolve il rapporto conflittuale tra le grandi dualit del mondo fisico. Questa una delle regole fondamentali per congiungersi col dominio dell'Anima. L'uomo fisico ch' posto sul grande campo di battaglia delle dualit (la battaglia dell'Armageddon quella in atto contro l'astralismo), con l'idealizzazione astratta e transpersonale ritrova il Sentiero ch' detto essere "sottile come filo di rasoio" 34

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org (sottile quanto il filo di coscienza che collega il s inferiore al S superiore); il Sentiero che lo guider alla - liberazione - (dissolvendo la forma astrale) ed all'Iniziazione (integrandosi con la forma animica). La Facolt d'Idealizzare il vero Misticismo, e governa i rapporti tra vita e forma, e tra spirito e materia. Concludiamo col definire il senso generale che costituisce le Leggi. Senso che s'accomuna anche tutte le altre Leggi che non sono state citate in questo breve lavoro. *** Secondo l'Insegnamento dato dai Maestri, una Legge non che l'effetto dell'Attivit intelligente dell'Aspetto Vita che opera congiunto alla materia. Si ricordi anche che le Leggi sono indicate con nomi che ne indicano il rapporto con l'umanit. Quando agiscono in altri Regni le Leggi hanno un influsso diverso da quello che hanno sull'uomo e quindi la nomenclatura un'altra.

DEFINIZIONE DI LEGGE
La Legge presuppone un Entit superiore dotato di intelligenza che, avendo uno scopo definito, coordina le sue forze in modo da sviluppare un disegno con costanza e per gradi. Con chiara conoscenza della meta Esso appronta passi e fasi che, se seguiti con ordine, assicurano l'esecuzione del piano. La parola "Legge" si associa generalmente all'idea di assoggettamento ad un'attivit creduta inesorabile, inflessibile e non compresa da chi vi soggetto. Implica in certo modo il sentirsene assorbiti, di essere nell'impossibilit di sottrarsi o di modificare la sorte ch'essa segna. inevitabile che ci susciti, nella coscienza dell'uomo psichicamente poco evoluto, la sensazione di essere una vittima, come una foglia trasportata verso una meta ignota su cui non si possono far altro che congetture. Di essere governato da una forza, apparentemente ineluttabile, che produce risultati collettivi a spese del singolo. Fino a che la coscienza non abbia raggiunto una espansione tale da percepire fini pi alti, quest'atteggiamento della mente inferiore sar inevitabile. Quando in contatto col suo S superiore l'uomo partecipa alla -Conoscenza dello scopo-, giunto in vetta alla montagna da dove la propria visione abbraccia pi vasti orizzonti, e con prospettive diverse. Si rende conto allora che la Legge non altro che l'impulso spirituale, l'incentivo e la manifestazione di quell'Entit in cui egli stesso vive e si muove. Apprende che quell'impulso esprime un proposito intelligente, saggiamente diretto e basato sull'Amore che traspare dal Principio d'Unit e Coesione. L'uomo (ormai integrato con la parte pi sottile di S) comincia allora ad applicarsi con intelligenza all'esecuzione d'ogni Legge aprendosi a quell'impulso vivente spirituale, nella misura in cui la propria natura individuale gli consente di reagire ad esso, di trasmetterlo e usarlo. Cessa di opporre ostacoli e comincia a trasmettere. Pone fine al ciclo della vita chiusa ed egocentrica e spalanca le porte all'energia spirituale. La Legge che prima temeva e di cui diffidava, viene 35

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org riconosciuta quale mezzo dell'azione purificatrice e vivificante, che lo sospinge con tutte le creature di Dio, verso una meta gloriosa. TMB 11

36

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org

Sigle usate negli articoli


Commentari del Maestro D.K.
EG = Esteriorizzazione della Gerarchia DN = Il Discepolato nella Nuova Era RI = TMB = Trattato di Magia Bianca TVE = La Telepatia ed il Veicolo Eterico TFC = Trattato del Fuoco Cosmico

Commentari del Maestro M.


A.Y. = Agni Yoga

Commentari del Maestro K.H.


ML =

Commentari del Maestro H.


IT1 =

Commentari di M.me Blavatsky


CW =

Commentari di Sai Baba


SSS = Sathya Sai Speaks SSB = Summer Showers in Brindavan 37

Esonet La Tradizione Iniziatica tra Oriente e Occidente http://www.esonet.org UV = Upanishad Vahini CQ = Colloqui (Mother Sai Publications) GS = Glossario Sanscrito (Ed. Ashram Vidhya. Roma) BV = Bhagavata Vahini SV = Sathya Sai Vahini BPV = Bharatiya Paramartha Vahini MB = My Beloved GA = Golden Age

38